Coordinamento della Mariologia

Giovanni XXIII con il motu proprio “Maiora in dies”, affidava alla PAMI il compito di “promuovere e favorire” gli studi sulla Vergine Maria (Statuti, 1), insieme alle altre società e accademie (Statuti, 2), attraverso:

   - le pubblicazioni,

   - i Congressi Mariologico Mariani Internazionali,

   - tutte le iniziative che promuovono la conoscenza e il culto della Vergine (Statuti, 3).

Il fine è stimolare e conseguire l’‘eccellenza’ della ricerca mariologica per una rinnovata pietà mariana.